Faicchio

Fusione Abruzzo-Molise Fillea Cgil

Fusione della Fillea Cgil Abruzzo con Fillea Molise ed elezione di Silvio Amicucci, a capo dell'Abruzzo, segretario generale della nuova e più ampia realtà confederale che rappresenta nelle due regioni oltre 13mila lavoratori dell'edilizia, del legno e dell'industria estrattiva. Sono i passaggi salienti del primo congresso Fillea Cgil Abruzzo e Molise "Il lavoro è", concluso ieri a Lanciano (Chieti). Il completamento dell'iter di accorpamento è stato votato dai delegati all'unanimità, la conferma di Amicucci a larghissima maggioranza. "La scelta dell'accorpamento nasce dalla necessità di presidiare con più efficacia due regioni, Abruzzo e Molise, con tanti tratti in comune. Entrambe vivono la crisi delle aree interne, sono attraversate da una crisi economica e produttiva, subiscono il calo demografico, i giovani se ne vanno verso aree più sviluppate, all'estero in cerca di occupazione e lavoro. Il Molise ha bisogno di essere infrastrutturato, l'Abruzzo ha soprattutto di ammodernare le sue infrastrutture".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie